Home I grandi killer della liberazione

I grandi killer della liberazione

venerdì
19 Gennaio 2018
21:00



Gianfranco Stella è entrato negli annali della giurisprudenza repubblicana per un processo intentatogli dall’Anpi nazionale. La sua assoluzione dall’accusa di vilipendio e diffamazione aggravata, fu la prima e probabilmente l’unica.

Sul fenomeno della Resistenza ha scritto 8 libri, l’ultimo dei quali “I grandi killer della Liberazione” sarà presentato a Monza, venerdì 19 gennaio.

Questo volume può dirsi la selezione delle più efferate azioni partigiane, molte delle quali mai prima conosciute. Unico libro “revisionista” nel quale non appaiono foto di fascisti uccisi, ma un centinaio di foto di partigiani responsabili di numerose soppressioni.

Probabilmente è questo aspetto della sua ricerca che rende il volume scientifico e oltremodo interessante. L’autore vanta l’irripetibile serie di colloqui avuti con diversi grandi omicidi che riusciva ad ottenere spacciandosi per ricercatore di Istituti storici della Resistenza e della stessa Anpi. Un inganno a vantaggio della Storia, dice.

Giampaolo Pansa non avrebbe scritto il “Sangue dei vinti” senza i libri di Stella.

Compiuti  gli studi classici, l’autore, ha conseguito due lauree a indirizzo storico e per le sue 8 pubblicazione, ha subìto 6 processi. Un suo libro “Rifugiati a Praga” porta paradossalmente la prefazione di Edgardo Sogno storico comandante liberale, medaglia d’Oro della Resistenza.

L’autore sarà ospite a Monza alla sala Maddalena ove racconterà che cosa fu in realtà la lotta di Liberazione e l’inganno nascosto in essa dal partito comunista.

Un ospite singolare di difficile emulazione.



Sto caricando la mappa ....

Luogo

-
- - Monza